Blu come Mykonos

Se Mykonos fosse a caccia di un nuovo nome per definirsi, sicuramente quel nome sarebbe BLU.

Il cielo eternamente limpido per toni e sfumature che sembra confondersi e sciogliersi dentro  i colori delle acque dell’Egeo, invita già di primo mattino a vagabondare tra strade impervie, viottoli, stradine super-strette alla scoperta degli angoli più selvaggi e delle spiagge più belle. Per strano che possa sembrare, l’isola relativamente piccola (85kmq) offre ad ognuno un luogo ideale: la spiaggia più intima, quella festosa, la caletta riparata e quella ideale per gli sport acquatici (in totale abbiamo contato più di 30 spiagge). Ogni giorno (ma anche più volte al giorno) passando da un’angolo all’altro si riescono a cogliere le peculiarità naturalistiche (ma anche quelle turistiche) che la “regina delle Cicladi” sa regalare a tutti.
Mezzo di locomozione ideale per queste “trasumanze” estive è lo scooter (ma anche una piccola utilitaria va benissimo anche perchè molte spiagge -le migliori- non sono servite dai mezzi pubblici) che permette di raggiungere spiaggette più riparate dalle “orde” dei croceristi in libera uscita, o dalla moltitudine dei non-patentati.

Secondo noi, queste sono le spiagge da “non perdere”:

Megali Ammos

Mykonos

Vicina al centro della città (Hora) si può raggiungere anche a piedi. Schiaffeggiata continuamente dal vento, la spiaggia è quasi sempre deserta, e quindi molto bella. Una sosta (breve) è consigliabile al tramonto. Si può anche cenare riparati dal vento, nella terrazza del ristorante Joanna’s Nikos Place.

Psarou

Mykonos

Preferita dalla “vipperia” greca e italiana. Chi sosta qui, lo fa per vedere e farsi vedere. Meglio arrivare presto la mattina (verso le 10) per assicurarsi ombrellone e lettini (10-12€ il kit per tutto il giorno). Circondata da strutture alberghiere e ristoranti, in particolare il sushi bar direttamente a un passo dal mare, mantiene viva la fama “fashion” del luogo.

Agrari

Molto tranquilla in un angolo di natura selvaggia. Quando il vento particolarmente violento, colpisce l’isola , Agrari offre un rifugio sicuro. Raggiungibile solo con mezzi propri, è stata eletta tra le spiagge preferite da chi ama la calma ed il relax. Bevande e cocktails vengono serviti direttamente sotto gli ombrelloni in paglia. Luogo perfetto per “poltrire” tutto il giorno.

Lia

Mykonos

   

Piccola e sofisticata. Ombrelloni in paglia con frange svolazzanti nelle giornate arieggiate. I lettini in legno con grandi cuscini morbidi invitano al “dolce far niente”. Vi è inoltre la possibilità di praticare sport acquatici (noleggio canoe, kayak). Bar e ristorante direttamente sulla spiaggia.

Panormos

Mykonos

Non si raggiunge in un attimo, bisogna attraversare tutta l’isola e percorre brulli sentieri battuti dal vento e dal sole. Ma Panormos poi si rivela come un’oasi di vera bellezza. La baia non è attrezzata in modo tradizionale, niente sedie a sdraio o ombrelloni ma solo enormi e coloratissimi cuscini sistemati casualmente sulla sabbia, invitano al relax e a rimanere sdraiati come pascià per tutto il giorno.

Mykonos

Riparo dal sole cocente si può trovare sotto i porticati del ristorante, che fornisce anche pasti, bevande e cocktail direttamente in spiaggia.

MykonosMykonos

Gentili e atletiche ragazze provvedono a calmare la sete già al nostro arrivo, portandoci una bottiglia di acqua minerale in una glacette (e la carta per le consumazioni future).

Meglio arrivare verso le 10 del mattino per assicurarsi un posto, nel week-end invece le possibilità sono molto poche: è gia tutto prenotato!

Aghios Sostis

MykonosDeserta, piccola, riparata. Nessuna struttura quindi niente ombrelloni, sedie, bar o ristoranti. Ma è selvaggia e unica. Si trova all’estremità nord dell’isola, dopo Panormos, e si raggiunge solo con mezzi propri. Per una sosta “easy” con bevande e cibo proprio, si ha la sensazione di non essere nel pieno della stagione estiva. Una spiaggia non per tutti, e forse anche per questo, tra le nostre preferite quando siamo a caccia di natura e semplicità estrema.

Paradise

Mykonos

Paradise beach entra a forza tra le spiagge da segnalare. Poco frequentata al mattino, si potrebbe definirla “tranquilla”. E’ facilmente raggiungibile dal centro con i mezzi pubblici, e fino alle 12-13 è occupata dai croceristi che qui trascorrono qualche ora lontano dalla vita di bordo. Nel pomeriggio cominciano ad arrivare i tiratardi della notte prima per non rinunciare al rito del cocktail (bello alcolico) da consumare direttamente sulla spiaggia al ritmo di disco-music, house, rap. Il volume non manca e la temperatura sale ad ogni minuto. Giochi-aperò, mini lotterie danzanti sono organizzate al bar sulla spiaggia (ma c’è anche il ristorante) da ragazze sorridenti e vestite (o svestite) per l’occasione

Mykonos    La festa continua fino all’ora di cena, la spiaggia si spopola, e si rianima a tarda ora.

Il colore del mare qui è quasi impercettibile: tanti ombrelloni, tanta gente, tanto divertimento. Eppure la baia di Paradise Beach è molto bella, ma è molto difficile rendersene conto.

Ma anche questo luogo ha una sua ragione di esistere: per alimentare il mito dell’isola trasgressiva e votata al divertimento puro, Paradise Beach resta un punto indelebile.

Link utili:

Noleggio scooter

Apollon rentals Ornos info@apollonrentacar.com +30 22890 27750

Annunci

One thought on “Blu come Mykonos

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...